Servizi ai privati

Tipologie dei servizi

Preso atto dell’impossibilità di occuparsi “di tutto”, la mia scelta è stata pertanto quella di dedicarmi direttamente solo ad alcune aree del diritto nelle quali assicurare alla Clientela un servizio di consulenza ed assistenza ispirato ad uno standard di preparazione ed aggiornamento eccellente.
La mia attività rientra specificamente delle seguenti materie:

 

Diritto di Famiglia, separazioni e divorzi

 

In qualità di professionista, offro consulenza ed assistenza per:

  • separazioni e divorzi (o come giuridicamente è corretto dire per il divorzio, la “cessazione degli effetti civili di un matrimonio” se sposati con rito celebrato in Chiesa, oppure “scioglimento del matrimonio” se sposati con rito civile);
  • le unioni civili ai sensi della riforma della L.76/2016;
  • la redazione di contratti di convivenza;
  • l’affido e tutela dei minori;
  • le tutele, curatele e le amministrazioni di sostegno.

Si regolano i rapporti familiari nella loro accezione più ampia, trattando questioni attinenti ai rapporti di coniugio, di filiazione, di adozione e ancora di parentela e affinità.

Nonché assistenza in tema di successioni ereditarie:

  • testamento, eredità legittime e donazioni;
  • assistenza per accettazione con beneficio di inventario o rinuncia all’eredità.

La separazione, in psicologia, è paragonata ad un lutto, considerando qualsiasi esperienza in cui la persona sperimenta un distacco doloroso e definitivo da qualcuno o da qualcosa di importante. Il dramma della perdita e della separazione da una persona cara è uno dei sentimenti più forti che siamo chiamati a vivere. Ovviamente tali emozioni, nei minori, hanno un impatto molto forte e, pertanto, sia nelle separazioni, sia nei divorzi, il bene primario è, e deve essere per tutti, la tutela degli stessi; ma ci sono altre questioni di fondamentale importanza di cui occuparsi.

A seconda che si sia contratto il matrimonio in regime di comunione o di separazione dei beni, sarà necessario dividere le risorse economiche familiari, a partire dai conti bancari fino alle altre fonti di reddito, nonché i beni mobili e immobili. Per non parlare dell’annosa questione che molti coniugi condividono, ovvero il mutuo sulla casa.

Per tale ragione è importante, fin da subito, affidarsi ad un avvocato adeguatamente competente in materia, affinché sia raggiunto un accordo che sia suscettibile di essere omologato dal Tribunale, che non pregiudichi i tuoi diritti e soprattutto che non dia luogo a conflitti e dispute interpretative nel corso della separazione conducendo ad una fase divorzile che possa essere il più serena possibile.

Diritto di proprietà e diritti reali minori, diritti reali di garanzia

Offro consulenza e assistenza per contratti di locazioni mobiliari/immobiliari ad uso abitativo, commerciale e uso foresteria; affitto fondi rustici; infine assistenza legale per procedimento di sfratto, consulenza e assistenza sul diritto di proprietà (assistenza per acquisizioni e compravendite immobiliari) e su questioni legate ai diritti reali minori e di garanzia.

La proprietà è il diritto che un soggetto ha di godere e di disporre della cosa in modo pieno ed esclusivo, entro i limiti e con l’osservanza degli obblighi previsti dall’ordinamento giuridico (art. 832 del Codice Civile).

I diritti reali minori invece, sono tutti quei diritti che gravano su beni che sono di proprietà di soggetti diversi, i quali vedono limitato il proprio diritto di proprietà. Essi comprimono il diritto di proprietà con un’intensità diversa a seconda del tipo di diritto di cui si tratta. Anche i diritti reali minori hanno caratteristiche come: l’assolutezza, l’inerenza alla cosa (il particolare nesso tra il bene e il diritto), la tipicità (i diritti reali sono in numero chiuso, cioè sono soltanto quelli previsti per legge) e l’elasticità. I diritti reali minori sono il diritto di superficie, l’enfiteusi, l’usufrutto, l’uso, l’abitazione e le servitù prediali. Sono poi diritti reali di garanzia, quei diritti che costituiscono una garanzia su di un bene; garanzia talmente incisiva da poter essere opposta nei confronti di qualsiasi successivo avente diritto sulla cosa. Essi sono il pegno e l’ipoteca.

Diritto di Comunione / Condominio

Si ha la comunione di un bene quando la titolarità di un diritto reale è in comune a più persone. Normalmente un diritto appartiene ad una persona sola, ma può anche accadere che un unico diritto abbia più titolari e appartenga quindi a più persone. In questo caso si parla di comunione del bene. Se la comunione ha ad oggetto il diritto di proprietà si chiamerà condominio, mentre se ha ad oggetto altri diritti reali minori si chiamerà, di volta in volta, coenfiteusi, cousufrutto (o usufrutto congiuntivo). Il fatto che un diritto reale possa avere più titolari, può creare problemi circa i rapporti tra i titolari del diritto stesso e tra questi e i terzi. La comunione di un bene può nascere in tre diversi modi: in modo incidentale, quando si costituisce per cause fortuite, come nel caso di comunione ereditaria; in modo forzoso, quando si costituisce obbligatoriamente per volontà di legge, come nel caso del condominio negli edifici; oppure in modo volontario, quando nasce per volontà delle parti che si accordano ad avere un bene ad esempio al 50%.

Questo campo è spesso foriero di discussioni tra i contitolari circa l’amministrazione della comunione, le decisioni per la vendita del bene, l’uso e così via.

Per quanto riguarda le liti condominiali, esse sono oltre il 50% delle procedure civili che occupano le aule di giustizia; dall’odore di cucina, all’automobile posteggiata nel punto sbagliato, dal bambino che gioca in cortile, al cane che abbaia, in un condominio i motivi per litigare non mancano mai. Come Professionista, offro assistenza e consulenza in merito alla disciplina della comunione dei beni e del condominio, suggerendo l’ipotesi migliore di risoluzione della controversia nata fra le parti.

Responsabilità civile e risarcimento danni

 

In tutte le possibili pratiche di risarcimento danni derivanti da responsabilità contrattuale o da fatto illecito, viene offerta, tutela stragiudiziale e giudiziale, con analisi del caso, redazione di preventivo e predisposizione all’occorrenza, di scritture private, transazioni, richiesta risarcimento danni.

Infortunistica stradale

 

Nel caso di incidente stradale, si parte dalla ricostruzione del sinistro con il Cliente, attraverso l’aiuto della raccolta e dello studio della documentazione comprovante gli eventuali danni materiali e biologici, con l’eventuale ausilio di professionisti competenti per lo svolgimento di relazioni peritali sul soggetto danneggiato. L’assistito viene poi accompagnato in tutto il percorso diretto ad ottenere la tutela del diritto leso con un giusto risarcimento del danno sia in sede stragiudiziale, sia in quella giudiziale, o con la composizione della lite a mezzo negoziazione assistita.

Opposizioni a sanzioni amministrative

 

Esistono due possibilità di ricorso alternative tra loro:

  • ricorsi contro sanzioni amministrative presso la Prefettura
  • presso il Giudice di Pace competente

Com’è noto, il cittadino cui sia stata contestata o notificata un’infrazione al Codice della Strada e dunque imposta una sanzione amministrativa pecuniaria, ha diritto a ricorrere alla competente Autorità Giudiziaria per far valere le proprie ragioni. Legittimati a proporre ricorso avverso sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni del Codice della strada, sono il trasgressore ed il proprietario del veicolo (o l’usufruttuario o l’utilizzatore a leasing), se persona diversa dall’autore materiale dell’infrazione (questi ultimi soggetti, difatti, sono responsabili in solido con l’autore materiale e sono tenuti al pagamento della sanzione). Offro assistenza al Cliente, valutando in primis, se ricorrono i presupposti e le ragioni per poter contestare efficacemente la sanzione, dopodiché vengono proposte tutte le alternative e le soluzioni più efficaci per il caso in esame.

Assistenza giudiziale in gratuito patrocinio

 

Dal 2015 sono iscritta nelle liste del gratuito patrocinio presso il Tribunale di Firenze pertanto, qualora si voglia intraprendere una causa, si badi bene, giudiziale (non vale infatti per le questioni risolte in via stragiudiziale) e ricorrano i presupposti economici imposti per legge (come si evince dalla domanda da compilare – scarica il prospetto informativo), l’assistenza legale potrà essere offerta totalmente a carico dello Stato;

Adelantibus et non dormientibus iura succurrunt.

La legge agevola chi si dà da fare e non dorme